I cuochi - 5 stelle al Dine & Wine Festival 2018

Sapori internazionali di gran classe

Il Dine & Wine Festival è il tradizionale momento clou in Alto Adige dedicato ai buongustai e agli edonisti. In questa occasione, la cultura gastronomica internazionale viene celebrata come in nessun altra parte del mondo. Appassionati rappresentanti delle rispettive regioni e straordinari maestri creativi - i migliori chef e produttori di vino - una volta l’anno si trovano all’Hotel Castel per deliziarVi con la loro arte culinaria. GodeteVi questa esperienza sublime di gran classe.

Dine & Wine 2018 "L'Art de Vivre"

Nello spirito della nostra associazione gastronomica "L'Art de Vivre", di cui ormai ne facciamo parte da 15 anni, durante il 16° Dine & Wine Festival 2018, dal 4 all'8 novembre cucineranno per noi i migliori chef di questo speciale circolo gastronomico

Saremo molto lieti di presentare il Presidente dell'Art de Vivre Hans-Stefan Steinheuer anche come nostro ospite Chef. Infatti Per esattamente 20 anni ha difeso con successo le sue 2 stelle Michelin ed è uno dei migliori cuochi tedeschi in assoluto. Il ristorante Steinheuer di Heppingen è quindi un vero e proprio locale a conduzione familiare per tutti i buongustai, che il bravo chef gestisce insieme alla moglie Gabriele, alla figlia Desirée e al genero Christian Binder.

Ospite della seconda serata sarà lo chef Jürgen Vigne, uno dei migliori gourmet austriaci e vincitore di numerosi premi, che con la sua firma culinaria gestisce il ristorante Pfefferschiff a Söllheim, insieme alla moglie Iris, offrendo esperienze di gusto indimenticabili con influenze francofile nella verde periferia di Salisburgo.

A fare gli onori di casa della terza serata come da tradizione il nostro chef a 2 stelle Michelin Gerhard Wieser che con grande maestria guiderà l’ultima cena di Gala di questo festival Gastronomico. La sua grande passione per la cucina e la sua volontà lo hanno reso per 25 anni uno dei migliori chef dell'intera regione alpina.

Il dopo cena è volutamente rilassante e informale. In un'atmosfera gioiosa L’ultima serata sotto la direzione del nostro chef riserverà tanta gioia con un menù finger food ed una kermesse di vini direttamente dalla nostra cantina da poter degustare liberamente

Saranno ospiti I migliori vini della Cantina Fèlsina (Chianti Toscana Italia), Cantina Jean Stodden (Ahrtal Germania) e Cantina Kornell (Terlano Alto Adige) che accompagneranno le prelibatezze dei maestri chef. Un interessante programma con una degustazione verticale del famoso "Fontalloro Chianti Classico Sangiovese" e altri highlight completeranno i quattro giorni della manifestazione.

Vi aspettiamo!

>>>> CLICCA QUI e scarica la brochure dell' evento! <<<<

Gli chef degli anni passati

Christian Bau (2006)
"Victor's Gourmet-Restaurant Schloss Berg" di Nennig (D)
3 stelle Michelin, 4 cappelli (19,5 punti) nella Guida Gault Millau.

Sophie Bise (2005)
"Auberge du Père Bise" di Talloires (F)
1 stella Michelin, 3 cappelli (18 punti) nella Guida Gault Millau.

Enrico & Roberto Cerea (2013)
"Da Vittorio" di Bergamo (I)
3 stelle Michelin.

Massimo Bottura (2010)
"Osteria Francescana" di Modena (I)
2 stelle Michelin, 6° miglior cuoco del mondo (San Pellegrino).

Martin Dalsass (2004 & 2012)
Ristorante "Santabbondio" di Lugano (CH)
1 stella Michelin, 3 cappelli (18 punti) nella Guida Gault Millau, cuoco dell’anno 1995.

Thomas Dorfer (2015)
Restaurant "Landhaus Bacher" di Mautern (A)
3 cappelli (18 punti) nella Guida Gault Millau, cuoco dell’anno 2009.

Didi Dorner (2009)
Ristorante “Landhaus Steinach” di Stainach (A)
1 stella Michelin, 3 cappelli (17 punti) nella Guida Gault Millau, miglior newcomer 2009.

Irma Dütsch (2005)
Saas Fee (CH)
1 stella Michelin, 3 cappelli (18 punti) nella Guida Gault Millau, miglior chef della Svizzera.

Monste Estruch (2009)
Ristorante “El Cingle” di Vacarisses nei pressi di Barcellona (E)
1 stella Michelin.

Gennaro Esposito (2007 & 2012)
Ristorante “Torre del Saracino” di Napoli (I)
2 stelle Michelin

Dieter Koschina (2017)
Restaurant "Vila Joya" in Algarve (PT)
2 stelle Michelin, Position 22 on the World's 50 Best Restaurant list

Eduard Hitzberger (2003)
Hotel Ristorante “Paradies”di Ftan (CH)
2 stelle Michelin, 4 cappelli (19 punti) nella Guida Gault Millau.

Christian Lohse (2004)
Ristorante “Fischers Fritz” di Berlino (D)
2 stelle Michelin, 3 cappelli (17 punti) nella Guida Gault Millau.

Bert Meewis (2011)
Ristorante “Slagmolen” di Opglabbeek (B)
2 stelle Michelin, 3 cappelli (17 punti) nella Guida Gault Millau.

Silvio Nickol (2011)
Silvio Nickol Ristorante Gourmet “Palais Coburg” di Vienna (A)
1 stella Michelin, 3 cappelli (17 punti) nella Guida Gault Millau.

Giancarlo Perbellini (2008)
Ristorante “Perbellini” di Isola Rizza nei pressi di Verona (I)
2 stelle Michelin.

Richard Rauch (2016)
Ristorante “Steira Wirt” di Trauttmannsdorf (A)
3 cappelli (17 punti) nella Guida Gault Millau, cuoco dell'anno 2015.

Michel Rochedy (2015)
Restaurant „Le Chabichou“ di Courchevel (F)
2 stelle Michelin.

Thorsten Schmidt (2010)
“Malling & Schmidt” di Ahrus (DK)
1 stella Michelin.

Geir Skeie (2013)
“Brygga11” di Stord, Fiskabutikk & Standefjord (NOR)
Vincitore Bocuse d’Or 2008 & 2009.

Martin Sieberer (2007)
Ristorante “Paznaunerstube” nell’Hotel Trofana Royalin di Ischgl (A)
1 stella Michelin, 3 cappelli (18 punti) nella Guida Gault Millau, cuoco dell’anno 2000.

Gaetano Trovato (2006)
Ristorante “Arnolfo” di Colle di Val d’Elsa nei pressi di Siena (I)
2 stelle Michelin.

Gerhard Wieser (tutti gli anni)
Ristorante gourmet “Trenkerstube” dell’Hotel Castel (I)
2 stelle Michelin, 3 cappelli (18 punti) nella Guida Gault Millau.

Filip Langhoff (2017)
Ristorante „ASK“ in Helsinki (FL)
1 stella Michelin

Joachim Wissler (2008)
Ristorante “Vendome” di Bergisch-Gladbach (D)
3 stelle Michelin, 4 cappelli (19,5 punti) nella Guida Gault Millau, cuoco dei cuochi (FAZ).

Jörg Wörther (2003)
Ristorante “Schloss Prielau” di Zell am See (A)
4 cappelli (19,5 punti) nella Guida Gault Millau, chef del decennio.

Matthias Bernwieser (2016)
Ristorante “Ylajali” di Oslo (N)
Vincitore "Junge Wilde 2015" (Rolling Pin).

(Informazioni valide per il rispettivo anno dell’evento)


I produttori di vino degli anni passati

Azienda Vinicola Bruno Giacosa (2005)
Azienda Vinicola Ca’ del Bosco (2006)
Azienda Vinicola di Nadia Zenato (2005)
Azienda Vinicola Fontodi (2006)
Azienda Vinicola Lantieri (2006)
Azienda Vinicola Planeta (2006 & 2012)
Ansitz Waldgries (2017)
Bellavista (2011)
Brennerei Ortler (2015)
Bruna Giacosa (2005)
Burggräfler Kellerei (2007)
Cantine Ferrari (2009)
Castello di Monsanto (2005)
Cerretto (2017)
Château Giscours (2004)
Château Haut Bailly (2004)
Daniela Kramberger – Visp (2005)
Dominique Giroud - Sion (2005)
Donnafugata (2004)
Elena Walch (2005 & 2012)
F. & D. Giroud (2005)
Fattoria La Massa di Giampaolo Motta (2007 & 2012)
G. B. Bertani (2008)
Giroud – Mayen de Chamosou (2005)
Glögglhof (2009)
Gross (2010)
Hartmann Doná (2009)
Heyl zu Herrnsheim (2011)
Kellerei Schreckbichl (2003)
Kellerei St. Michael-Eppan (2003 & 2012)
Kellerei Terlan (2003 & 2008)
Kellerei Tramin (2010)
Klosterkellerei Neustift (2017)
La Spinetta (2009)
Manincor (2004, 2012 & 2017)
Martin Gojer (2016)
Masciarelli (2011)
Meraner Kellerei (2007)
Passopisciaro (2014)
Peter Dipoli (2015)
Peter Sölva & Söhne (2016)
Petra (2011)
Plattner Waldgries (2003)
Pojer & Sandri (2014)
Privatkellerei J. Mayer Unterganzer (2003)
Sektkellerei Arunda (2003)
Sepp Moser (2007)
St. Antony (2011)
Tenuta Argentiera (2016)
Tenuta Casanova di Neri (2010)
Tenuta di Trinoro (2014)
Tenuta dell’Ornellaia (2008)
Tenuta Monfalletto (2010)
Tenuta Valgiano (2009)
Tenute Loacker (2009)
Thomas Niedermayr (2016)
Van Volxem (2008)
Vinaioli Simcic Salko & Marjan (2007)
Weingut Falkenstein (2009)
Weingut Frauwallner (2016)
Weingut F.X. Pichler (2015)
Weingut Garlider (2014)
Weingut Hack-Gebell (2009)
Weingut J. Hofstätter (2008)
Weingut Jermann (2015)
Weingut Köfererhof (2006 & 2012)
Weingut Kornellhof (2006)
Weingut Kränzel (2007)
Weingut Pacherhof (2006)
Weingut Scharl (2016)
Zuani (2008)